Metodo Goshin Jitsu

Gruppo fondatore del
Goshin Jitsu Academy

I Maestri: Del Polito Simone, Brancato Maurizio, Borgognone Maurizio, Mazzoni Rinaldo, Mezzani Raffaele, Drago Amato Ruggiero, Moretto Matteo e Capetta Valter.

Lo sviluppo del metodo GOSHIN JITSU è motivato (con tutto il rispetto per gli altri  maestri) dalla costatazione ormai  diffusa in molti praticanti di arti marziali che nel tempo è venuta meno la "linfa vitale" delle arti marziali.

La velocità delle tecniche di esecuzione, l'armonia e l'eleganza del portamento sembrano essere trascurate a vantaggio di tecniche sempre più elaborate e sofisticate che perdono di vista l'obiettivo primario della concretezza e dell'efficacia.

Il metodo nasce negli anni 80 dall'esperienza personale del Maestro Mazzoni Rinaldo basata inizialmente sullo studio dei Kata di Judo e maturate durante i frequenti viaggi e le permanenze in Giappone (Osaka) e in altre affermatissime scuole russe.

Inoltre la collaborazione con il Maestro Mochizuki e il continuo studio dell'Aikido, Aikijutsu e Jujitsu hanno contribuito alla nascita del metodo.

DESCRIZIONE DEL METODO GOSHIN JITSU

Il Ju Jitsu metodo Goshin non viene appreso come nel Ju Jitsu tradizionale quasi esclusivamente attraverso i kata.

Le basi su cui sviluppare tutte le tecniche di difesa o attacco nel metodo Goshin Jitsu sono gli otto spostamenti fondamentali:

  • 4 tai sabaki (avanti dx e sx,e in assorbimento dx e sx)
  • 2 in diagonale a dx e sx
  • 2 irimi.

Gli spostamenti sono da annoverarsi come appartenenti a quella vasta famiglia alla quale appartengono anche le parate. Lo spostarsi è un’azione naturale che tutti noi quotidianamente eseguiamo, ci si sposta per non urtare, farsi urtare, ci si sposta perché si ha timore di qualche cosa o di qualcuno. Lo spostamento preserva da eventuali azioni negative.

Nell'ambito dell'insegnamento gli spostamenti; avvengono in ragione di una determinata azione, solitamente di fronte ad una azione di attacco, uno spostamento corretto e studiato aiuta nella preservazione fisica nella preparazione di una azione contraria, per la nostra scuola lo spostamento è una fase determinante e insostituibile che determina in modo totalmente fondamentale la differenziazione dalle altre scuole.

Non avendo schemi prestabiliti ognuno utilizzando il metodo Goshin Jitsu può liberamente interpretare un gesto o una tecnica a seconda della situazione, della propria fisicità o della propria disciplina.

Nel metodo non c’è nessuna necessità di copiare lo stile di nessuno, perché dopo aver appreso l’esecuzione degli spostamenti ognuno potrà cercare di raggiungere il proprio stile senza essere legato a delle tecniche rigidamente codificate, in altre parole senza copiare lo stile di nessuno.

PERCHE' PARLARE DI METODO E NON DI STILE.

Lo stile indica l’insieme delle caratteristiche formali proprie di una scuola.

Il metodo è il procedimento messo in opera seguendo criteri sistematici in vista di uno scopo; complesso organico di regole, principi, criteri in base ai quali si svolge un'attività teorica o pratica

Soffermandosi sul significato etimologico della parola metodo: dal greco methòdos termine composto da metà, che indica il seguire qualcosa e hodós che significa via, cammino. Il metodo significa procedere verso qualcosa e, quindi investigare, indagare. Il metodo rivela tutta la sua importanza per far crescere e consolidare i saperi personali, per incrementare la voglia di impegnarsi a fare, per fornire elementi di auto gratificazione allo sforzo e alla fatica»

Per meglio spiegare il metodo Goshin Jitsu, possiamo dire che è un po’ come per l’alfabeto. Apprendendo e usando le varie lettere dell’alfabeto noi impariamo a comporre le parole e di conseguenza con le parole le frasi.

In questo modo più parole conosciamo e più possibilità abbiamo di formare ed utilizzare frasi sempre più articolate. Le lettere del nostro alfabeto sono gli otto spostamenti fondamentali e su di essi sviluppiamo tutte le tecniche del nostro metodo, tecniche che adattiamo alle situazioni, all’avversario e alla sua reazione. In questo modo niente è prestabilito.

Importante quindi imparare l’alfabeto, il metodo del movimento arricchendolo di schemi di riferimento, ma lasciando soprattutto ad ognuno una libera ricerca, interpretazione e motivazione dello stesso gesto, lo stile.

IL PERCHE' DEL NOME "GOSHIN JITSU"

Jitsu in giapponese significa arte, scienza. Goshin indica la difesa dello spirito o per meglio dire  la difesa personale. Il termine GOSHIN JITSU ha un altro significato è lo studio e l'applicazione dei cinque principi nella difesa del Judo :  Sen – Se no Sen – Go – Chowa  - Yawara.