I Principi del Krav Maga

« Non dite cosa non fare, dite cosa fare. »

(Imirich Lichtenfeld )

I Principi del Krav Maga - I 7 principi di IMI  

1.   Prevenzione e buon senso: evitare di trovarsi in situazioni pericolose; 

2.   Il Krav-Maga è una tecnica di difesa personale basata sui riflessi naturali del corpo umano. 

3.   Difendersi e attaccare prendendo la "strada" più breve e dalla posizione in cui ci si trova privilegiando il minimo rischio per se stessi. 

4.   In funzione della situazione, secondo la necessità, in funzione del pericolo che rappresenta l'avversario, cercare di scoraggiarlo parlandogli. 

5.   Utilizzare i punti sensibili del corpo umano (occhi, gola, genitali) per colpire o gestire l'aggressore. 

6.   Cercare di utilizzare gli oggetti comuni a portata di mano, poi le armi naturali del corpo come ultima risorsa. 

7.   Nessuna regola da rispettare, nessun limite da un punto di vista tecnico, nulla è vietato, tutti i colpi sono permessi.

 

LE CARATTERISTICHE DEL KRAV MAGA

Il KRAV MAGA si caratterizza attraverso tecniche risolutive. Tecniche molto efficaci che mirano a mettere fuori combattimento un nemico: 

  1. Il più velocemente possibile;
  2. Il più efficacemente possibile;
  3. Attraverso tutti i mezzi Possibili.
  4. Le tecniche del combattimento a mani nude utilizzate sono tipicamente le più pericolose, le più potenti e le più semplici che possa esprimere il corpo umano.
  5. Queste tecniche sono scelte e adattate per funzionare in condizioni di stress massimale.
  6. Il principio cardine è che in un combattimento per la propria sopravvivenza (di tipo non sportivo), l'unico scopo è di eliminare la minaccia prima che questa ci elimini.
I COLPI SONO DUNQUE FOCALIZZATI SU DEI BERSAGLI ANATOMICI:
  1. Occhi;
  2. Nuca;
  3. Ginocchia;
  4. Gola;
  5. Genitali.

PUNTI SENSIBILI DEL CORPO UMANO 

I punti sensibili sono di tre categorie:

1ª Categoria - procurano danni irreversibili

2ª Categoria - procurano fratture, lacerazioni e K.O.

3ª Categoria - procurano dolore senza K.O.

 Punti sensibili nella parte anteriore del corpo e relativa categoria:

Occhi (1° cat.) il metodo migliore x colpire è il graffio perché è in grado di produrre cecità improvvisa e causare dolori intensi

Tempia (1° cat.) Atlante (1° cat.) Gola (1°/2° cat.) Genitali (1°/2° cat.) Plesso solare (1°\2°\3° cat.) Fronte (2° cat.) Naso cartilagine (3° cat.)

 Punti sensibili nella parte laterale del corpo e relativa categoria:

Lato del collo (1°/2° cat.) Ginocchio (2° cat.) Fegato (2° cat.) Reni (2° cat.) Quadricipite (3° cat.)

 Punti sensibili nella parte posteriore del corpo e relativa categoria:

Cervelletto (1° cat) Tendine d'Achille (2°\3° cat.)

Testa, collo e genitali appartengono alla 1°\2° categoria e in combattimento sono difficili da difendere contemporaneamente.

Il combattente cerca sistematicamente di prendere l'iniziativa dell'assalto, poi a mettere fuori combattimento l'aggressore senza pietà. La difesa è dunque sempre un "meno peggio" (recupero dell'iniziativa), che mira a ristabilire l'azione difensiva. Lo spostamento è sempre avanzando.   

LA RISPOSTA DEVE ESSERE: 
  • IMMEDIATA
  • FORTE QUANTO NECESSARIO
  • SENZA APPELLO
  • NATURALE